Version
Download 0
Total Views 0
Stock
File Size 1.50 MB
File Type pdf
Create Date 11 Ottobre 2020
Last Updated 11 Ottobre 2020
Download

Stuoia di Geotessile pretrattato con metodo NMDC, per applicazioni Hot Spray di sistemi protettivi Desolidarizzati.

Stuoia di Geotessile non tessuto FCPP termosaldato isotattico pretrattato con metodo NMDC.
Caratterizzato da spessore sottile, elevatissimo carico di rottura e comportamento isotropico mostra elevata resistenza meccanica, resistenza all’abrasione e resistenza chimica, resistenza.
Dopo il processo di ionizzazione NMDC viene utilizzato per la posa dei Sistemi Elastomerici Desolidarizzati Rayston
GEOMAX LINERS SPRAY è privo di leganti chimici, le fibre è realizzato con fibre di polipropilene FC termosaldate e calandrato da entrambi i lati.
Il preventivo trattamento con “metodo CORONA” garantisce la permanente adesione dei formulati Hot Spray Rayston.
Il sistema è coperto da brevetto Krypton Chemical (brevetto n. 201231631).

CAMPI DI APPLICAZIONE
Geomax Liners Spray NMDC-FC rende il “sistema”, economico, veloce, efficace; applicabile in qualsiasi condizione ambientale contribuisce ad eliminare o limitare il danno di perforazione localizzata, aumentando notevolmente le proprietà di resistenza meccanica dell’intero sistema stratigrafico. Non richiede particolari preparazioni delle superfici e si utilizza laddove le condizioni ambientali non permettono periodi di tempo sufficienti per la posa di sistemi tradizionali, dove ci sono elevati movimenti del supporto, dove le condizioni del supporto sono fortemente degradate, fessurizzate, sclerotizzate, umide e incoerenti o dove l’opera è destinata alla rimozione futura per via dell’impatto ambientale.
Il prodotto Geomax Liners Spray NMDC-FC in funzione della specifica destinazione d’uso, può essere rivestito con diverse tipologie di formulati Rayston Hot Spray; è adatto per interventi quali il rivestimento desolidarizzato di impermeabilizzazione, di contenimento e protezione di superfici verticali e orizzontali, umide, irregolari e scabrose.
Velocità di esecuzione del ciclo anche sopra superfici non regolari, aumento del grado di compattazione del terreno sottostante, aumento della capacità portante del terreno, riduzione delle ormai e, riduce i cedimenti differenziali.
Superfici interessate da forti movimenti, o con macrolesioni e fessurazioni, superfici molto degradate, sclerotizzate, depressioni del terreno, canali di terra battuta, alvei e sponde interne di canali preformati nel terreno (anche di riporto), canali in cemento prefabbricati o posati in opera (con problemi di perdite nei giunti), tetti, giardini pensili; cisterne, vasche di contenimento continuo di acque potabili, acque irrigatorie, acque antincendio, acque di processamento industriale, acque reflue, reflui zootecnici, letame, insilati e per il contenimento secondario; protezione del terreno (prima della costruzione di siti produttivi e di processamento) dalla percolazione di percolato chimico quale discarica e produzione industriale di contaminanti, pesticidi, vernici; Protezione di siti archeologici destinati poi ad essere ricoperti con terra;